martedì 5 settembre 2017

Telefilm, enjoy! #51 - Eyewitness

Buongiorno, cari telefilm addicted, come procedono i vostri esami e il vostro ritorno al lavoro? Io corro, come una disperata, per poter togliere più materie possibili, ma sorvoliamo. Torno anche con la mia adorata rubrica, per parlarvi di una serie tv che ho adorato: Eyewitness.
COME SEMPRE VI RICORDO CHE I MIEI COMMENTI NON SI RISPARMIANO NEGLI SPOILER, SE NON VOLETE ESSERE INFORMATI SULLA PROGRAMMAZIONE AMERICANA, O NON SIETE ANCORA IN PARI, VI SCONSIGLIO VIVAMENTE DI LEGGERE.
 

Eyewitness è un telefilm tratto, come Skam, da una serie norvegese, di cui gli Stai Uniti hanno fatto un remake.
Narra di due ragazzi: Philip e Lukas, che si ritrovano invischiati in qualcosa. Cosa non lo sanno di preciso nemmeno loro. Sanno che ci sono stati dei morti - perché sono accidentalmente stati presenti agli omicidi - sanno che qualcuno li cerca perché potrebbero riconoscere l'assassino e sanno che non possono parlarne, perché oltre alla paura di due adolescenti che hanno a che fare con degli assassinii c'è anche il fronteggiare il fatto che sono entrambi gay e che non lo hanno ancora rivelato a nessuno.
Così prende piede la nostra piccola perla, con due ragazzi che cercano di andare avanti, di dimenticare quel che è accaduto loro, che provano a scendere a patti con i loro sentimenti, dovendo però mantenere una determinata facciata, perché quella cittadina è piccola e non capirebbe.
Così abbiamo Philip, che esce fuori da una situazione familiare precaria, che è stato dato in affidamento allo sceriffo della città e al marito.
Lukas, di contro, ha un padre con cui ha poco dialogo e una madre che è li ha lasciati troppo presto, e il timore di deludere l'unico genitore che gli è rimasto lo porta a rifiutare tutto ciò che prova.
La storia poi si dirama portando lo spettatore a scoprire quasi subito chi è l'assassino e a cercare poi di capire come avvenga lo sviluppo di questo personaggio e cosa lo ha portato a compiere le proprie scelte. Oltre a fornirci uno scenario parecchio teso e adrenalinico, questo show ci mostra la graduale presa di coscienza di questi due ragazzi che comprendono di amarsi e che in questo non c'è nessuna vergogna.
La storia è autoconclusiva, termina con la prima stagione e purtroppo non è stato rinnovato per una seconda. Ma questi dieci episodi rappresentano comunque una bellissima visione.
Consigliatissimo, assolutamente.
Per oggi è tutto, a presto, con una nuova serie tv.
 
Vostra, Cinzia.



2 commenti:

  1. Visto, devo dire che i due protagonisti mi sono piaciuti tantissimo insieme! Ho letto anche io che non ci sarà la seconda stagione ma visto come si è concluso, sono soddisfatta. L'unica cosa che mi ha disturbato è stata la scelta dei toni dark che visto la regista dei primi due episodi, così identico a Twilight. Non so come si definisce, penso ci sia un termine adeguato, però non mi è piaciuta la scelta dei colori scuri :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In ritardo ma arrivo.
      Dunque, io ho letteralmente adorato Philip e Lukas, sono le mie due patate dolci. Ultimamente poi sono diventata una slash shipper seriale, quindi avere una coppia canon e felice all'interno di telfilm per me è stato meraviglioso.
      Sui toni troppo grigi della serie, ti do ragione. Non capisco perché abbiano voluto prendere questa scelta, con dei colori più normali forse avrebbe reso meglio.

      Elimina